Il problemi del continente africano.

I problemi dell'Africa

Per approfondire la mappa concettuale che abbiamo visto in classe, ecco dei link utili:

I trattati di pace dopo la Seconda guerra mondiale.

La testa ben fatta

tackkCari ragazzi di terza, ecco a voi sul blog il primo lavoro che abbiamo realizzato su Tackk, una piattaforma che ci permette di costruire pagine multimediali sull’argomento scelto.

Vi invito a scaricare l’applicazione sul tablet (la trovate sul Google Play, i pigri possono cliccare qui) e provare a giocarci un po’.

Intanto studiate i trattati di pace dopo la Seconda guerra mondiale 🙂

View original post

Book Speed Date

photo5881803570246953085

Ecco la classifica dei libri che hanno riscosso più successo durante il primo Book Speed Date delle classi IB e IC della scuola “Jacopo della Quercia”.

Ci siamo proprio divertiti, lo rifaremo presto!

Classifica della IB:

  1. R. Dahl, Il GGG
  2. P. Johonson, Che vergogna
  3. A. Christie, Dieci piccoli indiani
  4. R. Dahl, La magica medicina
  5. N. Gaiman, L’esilarante mistero del papà scomparso

Classifica della IC:

  1. M. Ende, La storia infinita
  2. R. Dahl, Gli Sporcelli
  3. D. Walliams, Nonna Gangster
  4. F. Scheunemann, Winston, un gatto in missione segreta
  5. Focus Junior, I cento geni che hanno cambiato il mondo

photo5881803570246953071

Il tetto del mondo: il Tibet.

L’altopiano del Tibet domina la parte centrale del continente asiatico ed è definito “il tetto del mondo”.

Come abbiamo visto, il Tibet è una regione autonoma della Cina dal 1950, quando perse la sua indipendenza dopo l’occupazione cinese guidata da Mao Zedong.

I cinesi hanno cercato in tutti i modi di distruggere l’identità culturale della regione, vietando il lamaismo (una forma di buddismo in cui la figura dei monaci riveste particolare importanza), costringendo il Dalai Lama a fuggire in India, modificando le abitudini agricole e favorendo una massiccia immigrazione di cinesi sull’altopiano.

Clicca qui se vuoi leggere l’articolo di Euronews da cui è tratto il video.

Da allora il popolo tibetano non ha smesso di lottare per l’indipendenza, con proteste e gesti anche molto drammatici.

Per ascoltare un’intervista all’attuale Dalai Lama clicca qui.

Per approfondire l’argomento, puoi vedere il documentario “Tibet, il grido di un popolo“.

L’epica classica: l’Odissea.

Cari fanciulli di prima, eccoci giunti a studiare il secondo grande poema omerico: l’Odissea.

Qui sotto potete consultare una mappa concettuale che riassume molte delle informazioni che si trovano nell’introduzione della vostra antologia:

Per ripassare la trama, invece, potete guardare questo filmato…

Se non riesci a visualizzare il video, clicca qui.

…oppure questo fumetto:

ufotto

Qui potete trovare la mappa interattiva dei viaggi di Ulisse:

mappa_odissea

Infine vi sfido a percorrere tutte le tappe di questo gioco… se ci riuscite! 😉

ulisse

Malala Yousafzai.

La testa ben fatta

Come promesso, ecco pubblicata sul blog la presentazione della biografia di Malala.

Ed ecco anche il suo discorso all’ONU con i sottotitoli in italiano:

Domande:

  1. Individua i concetti-chiave del discorso di Malala.
  2. Perché Malala afferma che ci rendiamo conto della luce solo quando vediamo le tenebre? A cosa si riferisce?
  3. Chi sono i talebani? Perché temono tanto l’istruzione?
  4. Quali sono i problemi che secondo Malala affliggono i paesi in via di sviluppo?
  5. Quale idea possiede Malala dell’Islam? Secondo te, è un’idea comunemente diffusa nell’Occidente?
  6. Chi sono le persone che Malala cita nel suo discorso?
  7. Perché secondo Malala i libri e le penne sono le armi più potenti?
  8. Nel testo è possibile individuare un’anafora. Cos’è? Dove si trova? Che significato assume?

View original post