Contagio positivo.

Il corto animato che abbiamo appena visto ci suggerisce che il razzismo è come una epidemia: spesso il contagio arriva dalla società, dagli amici, dall’ambiente familiare, talvolta purtroppo anche dalla scuola.

È facile essere contagiati dal razzismo ed è anche altrettanto facile contagiare gli altri. Fortunatamente noi abbiamo trovato un antidoto: la conoscenza. Essere razzisti significa in primo luogo essere profondamente ignoranti, nel senso etimologico del termine, ovvero “non sapere”, “non conoscere” molte nozioni fondamentali, come ad esempio l’assai poco trascurabile dettaglio che le razze umane non esistono.

Torniamo adesso al nostro corto animato. Immaginiamo di vivere davvero in un mondo dove i sentimenti e le idee possono essere trasmessi “per contagio”. Quale aspetto della tua personalità vorresti trasmettere agli altri? Perché?

Scrivi le tue riflessioni sul taccuino.

Annunci

L’età giolittiana ed il colonialismo italiano.

Cari ragazzi di terza, qui potete trovare lo schema di riepilogo di storia che vi ho proposto in classe (argomenti: destra e sinistra storica, età giolittiana, colonialismo italiano).

Per chiarire meglio i concetti di protezionismo e di liberismo di cui abbiamo parlato, vi propongo la visione di questa favoletta animata. Guardatela, poi ne parliamo in classe:

Le origini dell’Apartheid.

Il regime dell’Apartheid, ovvero la politica di segregazione razziale in vigore in Sudafrica fino al 1993, affonda le sue origini nel periodo dell’imperialismo. Guardate il video per capirne meglio la nascita:

Qui sotto un breve ritratto di Nelson Mandela, primo presidente nero del Sudafrica e principale responsabile dell’abolizione del regime dell’Apartheid: