I pericoli di Internet.

Attivate i sottotitoli in italiano!

Questo video elenca con chiarezza i quattro maggiori pericoli della rete Internet:

one-1426636_640La dipendenza

Sempre più adolescenti trascorrono i loro pomeriggi su Facebook o sulle chat come WhatsApp, trascurando le amicizie reali e perdendo un sacco di tempo utile per lo studio e la scuola.

two-1426640_640 Sappiamo troppo, capiamo poco

Siamo sommersi dalle informazioni, ma siamo sicuri di saperle interpretare correttamente? Uno studio della Stanford University mostra chiaramente come la maggior parte degli intervistati, quasi tutti adolescenti e giovani, non sappia distinguere tra una “bufala” e la verità.

Non a caso l’Oxford Dictionaries ha eletto come parola dell’anno il termine “post-verità”. Cosa significa? Leggi il prossimo articolo per scoprirlo:

three-1426639_640La privacy è in pericolo

Cliccare su “condividi” è davvero semplice. Ma vi siete mai assicurati di avere il permesso di diffondere foto o post altrui? Siete sicuri che quello che state per condividere non è offensivo o umiliante per qualcuno? Sapete che qualsiasi contenuto pubblicato su Internet non potrà mai essere cancellato in modo definitivo? Pensate che imbarazzo quando cercherete un impiego e i vostri futuri datori di lavoro vedranno le vostre foto pubblicate senza pensare alle conseguenze.

four-1426634_640La criminalità online è fuori controllo

Un reato, anche se compiuto su Internet, è sempre un crimine punibile dalla legge. Quali sono i reati più frequenti sulla rete?

  • Lo scambio di materiale pedopornografico.
  • Gli insulti sessisti e razzisti (vi ricordo che le parole pesano).
  • Il cyberbullismo

Noi ci occuperemo in modo particolare di questo ultimo aspetto, purtroppo molto frequente anche nella nostra realtà. Qui un video per cercare di capire il fenomeno e qui un racconto di Antonio Ferrara, “Il balcone“.

Il bullismo.

In classe abbiamo discusso molto sul fenomeno del bullismo. Per capire meglio di cosa si tratta, guarda il video e rispondi per scritto, sul quaderno, alle domande proposte:

Se hai problemi a visualizzare il video, puoi scaricarlo da qui.

Domande:

  1. Perché il bullismo è considerato un fenomeno sociale?
  2. Chi è il bullo? Per quali motivi assume atteggiamenti aggressivi?
  3. Le potenziali vittime dei bulli si possono dividere in due categorie. Quali sono e che caratteristiche hanno?
  4. Quale obiettivo vuole raggiungere il bullo? Che differenza c’è tra uno scherzo ed un atto di bullismo?
  5. Come possono difendersi le vittime di bullismo?
  6. Quali sono i “sintomi” che accusano le vittime di bullismo?
  7. Cosa si intende per cyberbullismo?
  8. Come ci possiamo difendere da un attacco di cyberbullismo?
  9. Quali sono le conseguenze di un atto di cyberbullismo?

Penso che tutti voi conosciate il cantante Mika… ecco, anche lui è stato vittima di bullismo. Non ci credete? Ce lo racconta lui stesso:

Ero il soggetto preferito dei bulli. Vestivo bizzarro, ero dislessico e molto timido. Facevo di tutto per essere popolare, ma non funzionava. Allora mi sono detto: “Devo trovare un modo perché la mia stranezza lavori per me, invece di distruggermi”. Mia madre era molto preoccupata in quel periodo, mi diceva: “Tu, o finisci in galera o diventi molto speciale”.